Cerca nel blog

giovedì 29 giugno 2017

La regola dei 5 elementi

I segreti della la pittura: composizione

Un maestro di una certa esperienza inventa la propria metodologia. Chi insegna con passione non smette d'imparare e sperimentare. Così gli capiterà di mettere a punto tecniche ed esercizi per migliorare la tua pittura. Una delle raccomandazioni che insegno nei miei corsi è quella dei Cinque elementi. 

Il pittore esperto sa che deve semplificare il soggetto. Operazione tutt'altro che semplice. Al contrario del principiante che vuole includere quanti più dettagli possibile. In genere per paura di 'non fare abbastanza'


Comporre solo cinque aree principali, può essere di grande aiuto. 

1. La sagoma di un palazzo, 
2. Un palo della luce, 
3. Un'auto, 
4. Un gruppo di alberi 
5. Una panchina (o una figura in lontananza) 

Sono già tanta roba per un paesaggio urbano. Ovviamente ci sarà una gerarchia che renderà uno di questi elementi il protagonista della scena, e sarà suddiviso in ulteriori dettagli.  Un numero di altri aspetti valorizzeranno il vostro soggetto. La tonalità, la temperatura dominante, la scelta e l'arrangiamento dei colori, la textura e mille altre cose. 

Ma non voglio travolgerti di idee! Se sei un principiante assoluto, niente paura: questi temi non verranno il primo giorno. Ma cominceremo dalle basi di disegno, olio o acquerello. C'è ancora tempo per una rapida esperienza prima delle vacanze. Fino a sei lezioni di disegno dal vero e sulle tecniche pittoriche (olio e acquerello) per chi non ha mai preso un pennello in mano, o vuole migliorare ciò che sa. 
I corsi vanno avanti fino a sabato 22 luglio 2017. 
In via Pisanello 16, Milano - MM Gambara

Non perdere tempo. E' il momento di abbracciare ciò che desideri da tempo, dipingere! E non devi preoccuparti di niente, i materiali li offriamo noi. 
Questa proposta è valida per questa settimana e solo online. Vai subito al modulo d'iscrizione sul nostro sito e indica il giorno d'inizio. Iscriviti oggi stesso! 

Francesco Fontana | www.farepittura.it


giovedì 16 marzo 2017

Quando il mondo dice no, forse è ora di brindare

Ieri ho imparato che quando il mondo ti dice di no, forse è il momento di festeggiare. Ho letto di una ricercatrice, che anni fa non è stata accettata per fare la bidella all'Università di Catania. Il lavoro da bidella sarebbe stato un modo di sopravvivere, non essendo pagata per il suo lavoro di scienziata.

Questo l'ha spinta a partire, cercare fortuna altrove. Oggi Sabina Berretta, è alla guida di una delle maggiori banche del cervello umano di Harvard, professore associato ad Harvard Medical School e direttore scientifico della Harvard Brain Tissue Resource Center. Wow!

Dicendole di no come bidella è come se il mondo le avesse detto un grande sì. Sì tu meriti molto, ma molto di più. Noi non ti meritiamo, siamo troppo miserabili per te. Vai dove il tuo talento può essere riconosciuto e premiato.

Ho passato la settimana a inviare email con la proposta di un mini corso di pittura, così invitante che mi sembrava nessuno potesse rifiutare. Qualche risposta indolente ma nessuna sottoscrizione alla scadenza della promozione. Ieri ero un po' depresso, poi ho pensato a Sabina. E la sera ho brindato con gli amici!